Contro la violenza sulle donne, domenica a piazza Garibaldi armate di rabbia e coraggio

Domenica 25 novembre, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, Donna A Sud organizza uno slow mob presso la Cassa Armonica Liberty in Piazza Garibaldi a Taranto, dal titolo “Scendiamo in trincea: contro la legittimazione dell’abuso e della violenza”. E’ una chiamata a reagire, a manifestare contro la violenza maschile di genere e razzista, e contro i governi che la legittimano.

E’ un invito a scendere “in trincea”, per riuscire insieme a vincere e fronteggiare un fenomeno che miete vittime, e che è la conseguenza di un vero e proprio bollettino di guerra: sono 49.152 le donne che si sono rivolte ai Centri antiviolenza e di queste 29.227 hanno iniziato un percorso di uscita dalla violenza. Sono 123 donne uccise nel 2017, e l’80,5% è stata uccisa da una persona conosciuta. E’ un’iniziativa volta ad accendere i riflettori sulle inaccettabili domande che vengono spesso poste alle vittime, attribuendo loro una responsabilità nella violenza: “Com’eri vestita? – “Forse l’hai provocato tu? Te la sei andata a cercare….

Per questa ragione le partecipanti saranno invitate a portare un indumento o un accessorio: quegli “stereotipi” spesso utilizzati per giustificare una violenza che saranno poi contenuti in quello che rappresenta metaforicamente lo stereotipo per eccellenza dell’angelo del Focolare: un grande pentolone. Che cosa bollirà in quella pentola? Le donne lo riveleranno durante e a conclusione della lenta camminata, cadenzata dal suono della tammorra muta, a simboleggiare l’eco dell’anima delle donne ed il messaggio che questo rivolge all’universo maschile: “la pelle del tamburo è l’unica che puoi percuotere”.  

Partendo da Piazza Garibaldi alle ore 17.30 , lo slow mob si concluderà in via D’Aquino (angolo via Acclavio). Donna A Sud chiama alla partecipazione tutte le donne, così come le realtà associative e i movimenti impegnati al contrasto della violenza maschile di genere. Si invitano tutte a vestirsi  di rosso o di nero, e a condividere la lettura di scritti, poesie, pensieri sulle donne per le donne. Per chi non riuscisse ad essere presente alla manifestazione, potrà comunque parteciparvi interagendo con la pagina facebook di @donnaasud che pubblicherà immagini ed ogni messaggio a sostegno della causa.

Lascia un commento