Consegnati, nel MarTa, le certificazioni Herity per gestione del patrimonio culturale ai comuni ionici

Si è svolta, nella sede del Museo Nazionale Archeologico di Taranto (MArTA), la cerimonia di consegna dei certificati internazionali HERITY – HGES per la Qualità della gestione del patrimonio culturale ai Comuni di Crispiano, Ginosa, Grottaglie, Mottola, Palagianello e Taranto, ed al Lions Club Massafra-Mottola “Le Cripte” che ha adottato la certificazione del sito di Mottola denominato “gravina del Villaggio Petruscio”. Hanno infatti concluso l’iter di certificazione: le Grotte del Vallone, la gravina Villaggio Rivolta, il Museo della Ceramica, la Gravina di Petruscio, la Chiesa Rupestre di San Nicola, il Castello Stella – Caracciolo e l’Antico Frantoio “Normanno”. Dopo un anno di raccolta dei dati sul campo, – non solo l’opinione dei gestori e del team di certificazione, ma anche e soprattutto il giudizio del pubblico dei visitatori, – il punteggio raggiunto nei quattro settori del bersaglio HERITY (Valore percepito, Conservazione, Comunicazione e Servizi) individua le aree di intervento sulle quali Amministrazioni e cittadini tutti dovranno maggiormente concentrarsi. La comunicazione culturale nei confronti di residenti e turisti ed i servizi offerti hanno ampi margini di miglioramento soprattutto nel caso degli itinerari nelle gravine, che più di tutti necessitano di informazioni preliminari – sia logistiche che culturali -, data la particolarità di questo genere di luoghi di cultura. Non si tratta di una premiazione ma di un’assunzione di un impegno di responsabilità e trasparenza, variabili che fanno la differenza nella gestione di beni culturali grandi e piccoli, pubblici e privati. La Certificazione HGES ha validità triennale e può essere rinnovata ad ogni scadenza, in quanto monitora un trend – ci si augura positivo – che di sicuro non resterà invariato nel corso degli anni. La cerimonia sarà anche l’occasione per un confronto congiunto ed aperto a tutti gli interessati, fino ad esaurimento dei posti disponibili, sullo stato dell’arte in Puglia, grazie agli interventi di: Eva Degl’Innocenti, Direttrice del MArTA, Eugenia Vantaggiato, Direttrice del Segretariato Regionale del MiBACT, Maurizio Quagliuolo, Segretario Generale di HERITY International, Gaia Marnetto, Coordinatrice di HERITY Italia ed i rappresentanti dei Comuni e realtà culturali della provincia di Taranto.

Lascia un commento