Al carcere di Lecce arriva Cenerentola per l’accoglienza dei bambini in visita ai detenuti

Prosegue nella Casa Circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce il
progetto “Giallo, Rosso e Blu” con il quale l’associazione Fermenti
Lattici, in stretta collaborazione con la direzione del carcere, sta
avviando un sistema di accoglienza per i più piccoli in visita al proprio
genitore detenuto. Giallo, Rosso e Blu rientra tra le dieci iniziative
vincitrici del bando nazionale “Infanzia Prima” promosso da Compagnia di
San Paolo, Fondazione Cariplo e Fondazione con il Sud, con
l’accompagnamento scientifico di Fondazione Zancan e in collaborazione con
Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Giovedì 10 maggio nel teatro del carcere andrà in scena Cenerentola,
spettacolo per la regia di Tonio De Nitto prodotto da Factory Compagnia
Transadriatica, nato dal felice connubbio con Compagnia Elektra di Lecce
e Tir Danza di Modena. Con circa 250 repliche all’attivo in Italia e
all’estero e dopo due anni di assenza dai palchi, ritorna uno degli
spettacoli più “pazzi” e divertenti della compagnia per una tappa del tour
2018. In scena gli attori Ilaria Carlucci, Chiara de Pascalis, Luca
Pastore, Serena Rollo, Fabio Tinella. “Pura magia e potere
dell’amore”, scrive l’Edinburgh Guide. “Questi sono gli ingredienti
principali di questa splendida rivisitazione della classica fiaba di
Cenerentola di questa compagnia teatrale italiana del sud e dei suoi
colleghi. Una produzione rivolta ai bambini, ma ha la deliziosa capacità di
affascinare e sedurre gli adulti”.

L’appuntamento chiude il percorso che Factory Compagnia Transadriatica –
partner del progetto Giallo Rosso e Blu insieme a Principio Attivo
Teatro – ha avviato lo scorso gennaio relizzando un laboratorio teatrale
per genitori e bambini che ha coinvolto “20 famiglie”. Un’iniziativa
nata con l’obiettivo di rinsaldare i legami familiari e rafforzare la
relazione padre-bambino. Il laboratorio, curato da Maria Rosaria de
Benedittis e Michela Marrazzi con il coordinamento e la
supervisione di Francesca Randazzo, ha visto genitori e bambini cimentarsi nell’ideazione di un
racconto corale e realizzare, tassello dopo tassello, un grande gioco
dell’oca al quale giocare insieme. Ogni settimana le famiglie hanno avuto
la possibilità di incontrarsi, al di fuori dei regolari colloqui carcerari,
trascorrendo del tempo di qualità, condividendo nuove esperienze,
“costruendo” nuovi ricordi.

Il progetto “Giallo, Rosso e Blu” persegue l’obiettivo di migliorare
l’accoglienza dei minori in visita nel carcere, favorendo una
frequentazione serena offrendo loro tempi e luoghi di condivisione nel
rispetto del bisogno primario di ricevere cure, attenzioni e proposte da
parte dei genitori. Nel progetto rientrano la realizzazione di una
biblioteca per bambini (inaugurata a luglio 2017), di una ludoteca, di
un’area verde e un calendario di laboratori, spettacoli, mostre e
appuntamenti per la famiglia.

Lascia un commento